Amici 11 – 29/2/2012: Ottavio De Stefano va in sfida

Gerardo ritorna nella scuola molto giù di corda dopo il provvedimento a suo carico, prende e si chiude in bagno con le cuffie in testa; poi esce e dice a Ottavio che la cosa che più gli dà fastidio è quella di non poter cantare, a Stefano invece dice: – io non sono venuto qui per far casino, per giocare…- ma lui gli ricorda la questione della felpa di Jonathan gettata nel water, per Stefano piuttosto grave; Gerardo dice di essersi scusato per questo, ma c’è da discutere anche della questione Marco che in studio si lamentava di dover parlare di Gerardo anziché esibirsi, si inserisce anche Nunzio che dice di capirlo, ma Stefano gli ricorda che poco prima Marco si era “tirato mezz’ora di sfida” e poi lo ricorda anche al diretto interessato: – non dovevi dirlo tu, se proprio qualcuno lo doveva dire – ne nasce una discussione tra i due, si inserisce Francesca che dice “tutti volevamo esibirci” e Carlo si rivolge a Stefano: – tu ti esponi solo per difendere Gerardo,

tu lo avresti detto al posto di Marco? io ci scommetterei ogni cosa che non è così! qui c’è qualcuno che lo pensa? – Stefano: – tu hai troppa autostima, pensi di mettermi in difficoltà? – comunque poco dopo Gerardo “in borghese”, saluta affettuosamente Valeria ed esce dalla porta della scuola. La squadra gialla ha perso e ora qualcuno di loro andrà in sfida: arriva Zerbi con la maglia rossa e si rivolge a Ottavio: – ho scelto te, per vari motivi, nel tuo genere sei molto forte ma hai dei limiti su altre, quindi ho pensato che una sfida bella sarebbe tale se giocata “nella tua metà campo” così da verificare se nel tuo genere sei davvero il numero uno…ti faccio vedere il tuo sfidante…- scorrono le immagini di una sua esibizione in video e poi Rudy commenta: – vorrei tanto che fosse lui, perchè sarebbe la risposta definitiva al tuo valore di crooner – Ottavio appare tranquillo, nonostante la bravura del potenziale avversario,

riconosciuta da tutti gli altri: – è forte ‘sto Walter! però Ottavio è fantastico! è una bella sfida – Carlo gli fa gli auguri: – ma non c’è bisogno che ti dica niente…- Ottavio dice: – sono contento di sfidare qulacuno forte, vuol dire che sono forte anch’io.

Gerardo è ormai nel Residence, con la chitarra sul letto disfatto, dice che non è uno che segue molto le regole ma anche che il provvedimento è giusto: – “Amici” per me è fondamentale, è il posto giusto per essere ascoltati in un momento in cui non c’è molta pazienza; io faccio le cose d’istinto e spesso non è un pregio, purtroppo sono fatto così; ora mi sembra di essere tornato a un anno fa, quando suonavo da solo nella mia stanza…non mi posso far sfuggire questa opportunità e sarà opportuno controllare la mia istintività, anche perchè sono cose sbagliate…di certo tutto questo mi fa pensare… io non vedo l’ora di far sentire le mie canzoni,

sono venuto per quello e allora è meglio che “conti fino a dieci”, ne vale la pena…; io faccio fatica a chiedere scusa, a dire mi dispiace, ma effettivamente questa volta mi dispiace davvero, ho avuto delle reazioni sprovvedute, mi servirà da lezione – Gerardo il mattino dopo si presenta con la sua chitarra fuori dalla scuola e si mette a cantare, qualcuno passa là davanti e gli dice “che stai facendo un concerto?”, lui alza le spalle e continua a suonare…

(Robi C.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: