Valerio Scanu: … Sono contento di dove sono arrivato e soprattutto di come ci sono arrivato”

Valerio Scanu  in una recente intervista telefonica a cura di Francesco Mercatelli durante la trasmissione radiofonica BOOMERANG di Radio Base alla domanda: sei soddisfatto del tuo successo? ha risposto con la sua ormai nota schiettezza,  sostenendo di essere soddisfato soprattutto per come ci è arrivato, senza strisciare o ….Beh … sentite l’intervista, breve ma interessante,  improntata finalmente sul percorso e sulla carriera artistica del cantante, evidente segno che i professionisti  seri  non si sono  estinti del tutto .  Il 24 Marzo 2013, Valerio Scanu sarà all’Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi ore 21 , per la seconda tappa del Tour live acustico, partito con grande successo dall’Elfo di Milano il 25 di gennaio scorso.

Se volete  sapere però come reagisce Valerio Scanu alle  “cattiverie”  bisogna leggere  un’altra intervista comparsa su  NUOVO n°11 |21 Marzo 2013,  in cui alla domanda:

Ci sono tante cattiverie nel mondo dello spettacolo?  Valerio risponde : Si tante,  sia dall’esterno  sia  da parte di chi ci sta dentro, compresi i colleghi. Bisogna farsele scivolare addosso e io ci riesco bene.

Tante volte pero’ ti hanno detto che hai un brutto carattere, che cosa rispondi?

Che certe volte in un modo o nell’altro devo anche difendermi.

Altre date del  Tour live acustico:

*07 Aprile 2013 – LOCARNO @ Palexpo FEVI (In occasione del Fevi Music Nights – Ore 16.30)
[Prevendite: http://www.tio.ch/biglietteria/1842]

*05 Maggio 2013 – VIGEVANO (PV) @ Teatro Civico Cagnoni – Ore 21.30
[Prevendite: prossimamente sul circuito vivatickets]

Annunci

Osservazioni su Valerio Scanu e sull’informazione che lo riguarda.

Mah… c’è veramente da restare basiti per la pochezza di contenuti di certi blogger, trovare interessante una  notizia di spicciolo gossip  che riprende Valerio Scanu  a fare compere  con un amico all’Ikea (che poi per la cronaca il ragazzo fa parte del suo staff), stravolgendo il senso dell’articolo comparso su Visto,  pur di fare le solite illazioni sulla sua presunta omosessualità  e riempire la rete con articoli dalla ripetitività esasperante e ignorare notizie, relative al suo riscontrato successo ( e non perché lo dicono i fans)  che comunque circolano ugualmente  numerose  nel web anche di fonti ufficiali di notoria credibilità, quali siti  musicali,  è l’evidente dimostrazione delle “malafede” diffusa che fa pensare al pilotamento di  una regia che viene dall’alto semplicemente per “oscurare” il  percorso artistico di chi “disturba” perchè esce dagli schemi prestabiliti di chi vuole comandare e reggere i fili del successo.  Si nota  infatti, che questi  blogger  si comportano come autentici “detrattori” e non come “informatori” a servizio del lettore. Valerio Scanu è un cantante con  un Tour live in corso e il 24 di Marzo si esibirà all’Auditorium Parco della Musica a Roma, potrà  piacere o meno ai vari blogger, ma c’è tutto un vasto pubblico  che lo apprezza e che vorrebbe leggere notizie sulla sua carriera artistica e che confida nei blogger  nella loro  funzione di informatori della rete soggetti al rispetto delle regole basilari dell’etica informativa, che prevede la “neutralità” di giudizio, e nel  rispetto che questi ultimi dovrebbero avere per il pubblico senza esclusioni e per gli artisti pure senza esclusioni.  Il comportamento poco etico da parte della maggior parte dei blogger in rete,  infatti,  evidenzia un accanimento contro Valerio Scanu, che sa di forzato e voluto  ma immotivato e per questo  inasprisce gli animi dei suoi fans, che da anni combattono  contro una stampa palesemente schierata ad un certo potere televisivo e per questo faziosa nell’esagerato elogio di ” prodotti discografici” che spesso amano definire nuove “star” e a cui Scanu viene continuamente confrontato, ma  alle cui spalle, al contrario di Scanu,  stanno grosse holding  di comunicazione e stampa, e grossissimi investimenti  di top manager  per non parlare di società,  quali la Fascino di Maria De Filippi (Amoroso) , o la Goigest – Gabershik che ora sta dietro Mengoni. Ma considerato che per questi cantanti privilegiati (seppure alcuni anche effettivamente dotati)   il successo è garantito da “protezioni”, da visibilità televisiva, passaggi in radio e tutto ciò che è stato loro  messo a disposizione dai  “padrini” , perchè non lasciare lavorare in  serenità un cantante fortemente talentuoso come  Valerio Scanu che invece, capita l’antifona e il funzionamento di un certo “sistema” e capito di non farne parte, da ragazzo sveglio qual’è,  ha deciso di rimboccarsi le maniche e di investire in proprio per trasformare la sua passione per la musica in  lavoro?  In fondo mettere in dubbio il talento di   Valerio Scanu che ha vinto premi, concorsi canori, tra cui pure il festival di Sanremo 2010, e ha avuto riconoscimenti importanti e autorevoli per meriti artisti, più di certe “star”  per le quali gli elogi si sprecano in rete e che all’attivo hanno unicamente  premi  e riconoscimenti di un unico marchio “Amici di Maria de Filippi” , sarebbe come negare la genialità e la capacità valutativa di icone della musica italiana come Lucio Dalla che di lui disse “con la vocalità che si ritrova Scanu ha stoffa da vendere!” oppure  della Nannini che di lui ha detto ” in lui si sente la Sardegna. Il talento quando c’è salta fuori!  Ma anche di tanti altri addetti ai lavori, musicisti e artisti  anche stranieri come per esempio  Amii Stewart, che l’ha definito  cantante raffinato e di “gran classe”. Quindi bisognerebbe informarsi e riflettere prima di scrivere fesserie nel tentativo di sminuire un cantante come Scanu il cui successo è facilmente riscontrabile anche in rete, ne va della credibilità di chi scrive e  del Blog per il quale scrive.

Valerio Scanu: Fatti non parole (inutili).

stoffa per la musica
Giovedì 31 gennaio, al Boscolo Exedra Hotel di Roma, Nenella Impiglia ha presentato il suo libro “Stoffa per la musica” (Edizioni Galassia Arte) che arriva dopo la sua prima esperienza letteraria del 2010 “La scarpetta nel piatto”.
Nel libro, la scrittrice racconta la storia della moda attraverso la musica analizzando l’influenza e la stretta connessione fra i due mondi sull’onda dei suoi ricordi legati alla musica degli anni 60-70, rappresentativi di un periodo “storico” che ha influenzato generazioni intere finanche ai giorni nostri.
La moda veste la musica e la musica crea nuove mode” racconta nel libro la scrittrice. “È soprattutto con i Beatles che si assiste ad una completa contaminazione, che passa dal sound alla moda e porterà a processi di identificazione mediante l’imitazione degli stili da loro proposti, del modo di esibirsi e di abbigliarsi”. Lo scopo del libro è quello di tramandare all’infinito la memoria storica di quegli anni tanto significativi ed evolutivi ancora oggi modelli di ispirazione per tanti cantanti e artisti.
Tra i numerosi convenuti alla “festa” molti volti noti, tra cui spiccava la presenza di Valerio Scanu ,  cantante noto per le sue notevoli capacità vocali che l’hanno portato alla ribalta. Dopo il concerto di Natale all’Auditorium Parco della musica di Roma, che gli ha dato tante soddisfazioni, partirà da Milano il 25 febbraio – dal teatro Elfo Puccini (sala Shakespeare) alle 21:00 il suo Tour Live Acustico   sceneggiatura volutamente minimalista, rifacimenti orchestrali, inediti arrangiamenti e la sua bella voce, caratterizzeranno il tour.  Proseguirà poi per Locarno in Svizzera il 7 aprile alle 16.30 presso il Palaexpo Fevi e ancora Roma e Napoli. Ad accompagnarlo sul palco, Martino Onorato (piano e coro), Stefano Profizi (chitarre e cori), Roberto Lo Monaco (basso) e Alessandro Pizzonia (batterie e percussioni).
Prima del concerto Valerio incontrerà fans e giornalisti per raccontarsi e raccontare la sua nuova esperienza artistica. E mentre di lui  si continua a (s)parlare ,  Valerio se la ride sotto i baffi e dimostra con i fatti la sua crescita e non importa se una certa stampa si finge cieca e sorda perchè sottomessa ad imposizioni editoriali mirate ad “occultare” i suoi progressi di cantante e giovane imprenditore, al “grande pubblico” appassionato di musica e un pò meno di show mediatici,  Scanu non poteva sfuggire.Valerio Scanu  in live acustico  è uno spettacolo nello spettacolo, un vero “diamante” in mezzo a tanti zirconi.

Valerio Scanu: un gesto per la vita e …

sangue
Valerio Scanu, “Personalità Europea 2012”, oltreché grande rivelazione del panorama musicale italiano, vincitore del festival di Sanremo 2010, è da sempre, fin da piccolo, sensibile alle problematiche sociali attuali e dopo aver vinto il premio internazionale “la Caramella Buona” Onlus, impegnata nella campagna di sensibilizzazione contro la pedofilia, a supporto della campagna Avis per la donazione del sangue, ha fatto un semplice gesto nella speranza che venga imitato da molti giovani come lui. Infatti in poche ore una foto su twitter, in cui si riconosce il suo braccio sottoposto a prelievo per donazione del sangue, ha fatto il giro del web. Ci sono tanti modi per sensibilizzare l’opinione pubblica, per chiedere un contributo o una semplice richiesta di aiuto, quello di Valerio è, come suo solito, dimostrativo. Lui dimostra con i fatti, le parole servono a ben poco senza un riscontro. E di parole e chiacchiere su Valerio Scanu se ne sprecano in quantità e spesso inutili e tese tutte a sminuirne l’indiscusso successo. Valerio Scanu è un cantante di grande talento e una persona di raro spessore umano, saldo nei valori e principi importanti della vita, che sarebbe utile portare come esempio per tanti giovani, invece, capita che si ritrovi, per l’aridità e l’avidità umana di cui è permeata una certa società, tra cui il mondo dello spettacolo e discografico, in cui chi comanda fa legge e chi gode dei favori di chi comanda fa successo, a fare i conti con una campagna di discredito senza fine, messa in atto di chi vigliaccamente sa di essere più forte per via degli strumenti divulgativi di cui può disporre e che usa a suo piacimento, a discredito di chi disturba e si dissocia dal “sistema”,come Valerio, o per enfatizzare e gonfiare i successi e le virtù di servi e servette del “sistema”. E’ curioso come l’aspetto “goliardico” di Valerio Scanu, che trova giustificazione nella sua età (22 anni), diventi argomento di discussione nei salotti televisivi al contrario della sua musica e del suo percorso sia umano che artistico da “manuale”. Certo, ci vuole “spessore” umano e intellettuale per cogliere il buono delle azioni e riconoscere i meriti a chi li ha, spessore e competenza, come per parlare di musica, in un’Italia decaduta socialmente e moralmente, ben rappresentata discograficamente parlando, da un cantante come Fabi Fibra emblema del degrado musicale di oggi, ma…così va il momdo…meglio riderci sopra, in fondo, il riso fa buon sangue, come quello di Valerio Scanu evidentemente…
E, per parlare di musica di classe:
Parte il25 FEBBRAIO 2013- da MILANO il Tour live Acustico che Valerio porterà in giro per l’Italia, nuovi arrangiamenti e rivisitazioni orchestrali, scenografia minimalista e voce “protagonista” caratterizzeranno il tour.
Live Acustico @Teatro Elfo Puccini – Sala Shakespeare – Ore 21.00
BIGLIETTI: Posto Unico – Prezzo Euro 38,50

INFO BIGLIETTI: http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg%5Bevento%5D&id_evento=1036105
EVENTO: https://www.facebook.com/events/330799873691606/
Numeri telefonici:
– Biglietteria teatro: 02.00.66.06.06
– Call center vivaticket: 899.666.805
– Call center: 89.24.24
PULLMAN DA ROMA

Fabi Fibra a Valerio Scanu : reagisci! Ma Valerio Scanu l’ha già fatto…

fibra Fabi Fibra ha rilasciato un lunga intervista a Tgcom24 in occasione del suo ultimo lavoro discografico “Guerra e Pace” in commercio in tutti i negozi dal 5 febbraio. Un disco rinnovato nelle sonorità e grazie a due duetti con Elisa e Neffa. Il rapper marchigiano ha svelato alcuni particolari della lavorazione del suo ultimo disco ed ha rivelato una “chicca” interessante: ha detto no a Sanremo 2013 nonostante gli sia dispiaciuto per l’amicizia che lo lega a Mauro Pagani (direttore artistico musicale): “Mi è costato un sacco direi di no a Mauro Pagani (consulente della direzione artistica del Festival, ndr) a cui voglio molto bene e che conosco dalla collaborazione per il singolo benefico ‘Domani’. Oggi a Sanremo dico no perché sicuramente l’intenzione è quella di scatenare la polemica con quello che canto. Quando, invece, è importante raccontare una storia e spiegare le origini del rap. Insomma oltre a una motivazione economica, andare lì mi farebbe perdere un bel po’ di copie vendute perché i fan non capirebbero, non c’è una preparazione culturale adeguata per accogliere l’hip hop o il rap su quel palco. Magari le cose cambieranno e mai dire mai. Un giorno chissà… Intanto ci sarà il mio pupillo Clementino nella serata dei duetti con gli Almamegretta”. Ammette di non avere niente con tro i talent e di aver citato in un suo brano “A me di te” Valerio Scanu in quanto esempio emblematico della politica usa e getta delle case discografiche,e invita il cantante ad inc…..
Questa la domanda su Valerio Scanu tratta dall’intervista che il cantante ha rilasciato ad Andrea Conti di Tgcom24:
Nel brano “ A me di te” hai citato Valerio Scanu perché:
Risposta:
Per fare un discorso ampio sul rapporto tra case discografiche e talent show. Premesso che non ce l’ho con i talent anche se quando mi hanno chiamato a “X Factor” e per “The Voice” volevano facessi il giudice e non per cantare. Non me la sento di giudicare ho pure proposto diverse soluzioni per interagire coi ragazzi, tutte respinte. Tornando al discorso di prima, Scanu ha vinto Sanremo e in un anno ha raggiunto il successo per poi finire schiacciato per terra senza più l’apporto dei discografici . Questi ultimi abbracciano i ragazzi che vengono dai talent come fossero fonte di ricchezza per poi sparire. Dunque Scanu non dovrebbe incazz… con me ma anzi lo incito a incazz…. coi suoi discografici, svincolarsi e fare la musica libera che vuole

E’ vero in parte quello che dice Fabi Fabri, ma quello che non si dice é che, Valerio Scanu non è stato schiacciato “solo” dalla Casa Discografica, ma da un “sistema” mediatico televisivo di potere in mano a personaggi con le mani in pasta ovunque, “schiacciato” da un “sistema” che vede collusi case discografiche e produttori discografici dell’ultim’ora che hanno individuato nei talent di tipo “commerciale” inesauribili fonti di guadagno. Un sistema che usa il mezzo televisivo e mediatico come “specchietto per allodole” di “mezze figure” reclutate tra personaggi televisivi in cerca di notorietà e visibilità o “riesumati” dall’oblio, vanesi, egocentrici ed esibizionisti e tra questi uno sparuto gruppetto di giornalisti particolarmente sensibili alla visibilità e a voler dare un volto a un semplice nome (il loro) compiacenti al “sistema”. Tutti coinvolti nell’ azione di “schiacciamento” di un ragazzo di 22 anni con la colpa di essere caratterialmente strutturato e ribelle che disturba i loro “investimenti”, usato inizialmente per il suo grosso seguito di pubblico e messo da parte perchè “scomodo” non plasmabile come personaggio, e con un pubblico particolarmente fidelizzato e agguerrito a sostenerlo e per questo combattuto e oscurato. “Azione” del sistema, che ha portato Scanu a reagire e a prendere la situazione in mano … come? Investendo su se stesso e dimostrando con i fatti che camminare con le proprie gambe si può e che il successo si può ottenere anche al di là della televisione e radio, con i live, il contatto col pubblico, il vero “termometro” della “riuscita” di un cantante.
Ha detto no ai piagnistei, alle storie lacrimevoli, all’ipocrisia e alla finta umiltà, a copioni recitati, sicuro del suo talento, della sua voce, della sua “diversità” artistica, sicuro di poter dare, non senza studio e sacrificio, il suo contributo alla musica, un esempio quindi per tanti giovani per talento e carattere determinato.
Davide contro Golia, insomma, ma alla fine Davide sconfisse Golia con una semplice fionda e un sasso.
.

Valerio Scanu tra beneficenza e TOUR LIVE ACUSTICO – ecco i primi appuntamenti 2013

Tour live acustico

Valerio Scanu sarà ospite dell’evento che si svolgerà il prossimo 23 gennaio alle ore 21 presso il Teatro Orione di Roma . La manifestazione , patrocinata dal Senato della Repubblica e dalla Camera dei Deputati è a sostegno della prevenzione, formazione e informazione riguardante la lotta contro la pedofilia e la tutela dei minori vittime della pedofilia a livello nazionale e internazionale . Valerio Scanu , attento alle problematiche sociali anche in passato è stato ospite di iniziative di beneficenza con la solita disponibilità e generosità che lo contraddistinguono.
Parte da Milano “teatro Elfo” il 25 febbraio, il Tour Live Acustico teatrale che Valerio Scanu porterà in giro per l’Italia. Un percorso in costruzione di rispetto per questo giovane cantante ex di Amici di Maria De Filippi che, a soli 22 anni, preso atto del sistema dittatoriale della televisione e di chi la gestisce, decide di rimboccarsi le maniche e di andare avanti investendo su sé stesso. Col concerto di Natale all’Auditorium Parco della Musica a Roma il 17 dicembre scorso ha dato un assaggio ai suoi numerosi fan delle sue capacità “imprenditoriali” offrendo uno spettacolo di particolare raffinatezza e qualità, ricompensato dal sold out e dal tripudio del pubblico. E mentre la stampa ufficiale finge di ignorare per compiacere i soliti noti e garantirsi la pagnotta, questo bel talento, orgoglio tutto italiano ed emblema di una categoria di giovani in via d’estinzione, continua la sua corsa al successo sempre più determinato, gettandosi alle spalle critiche e stupidità umana di vario genere e il 7 aprile si esibirà in concerto live acustico al Palaexpo FEVI di Locarno alle 16,30. Valerio torna in Svizzera per la terza volta dove conta numerosi fans e anche un fanclub.

AGGIORNAMENTO :
Prime date tour live: Milano – Roma – Locarno – Napoli

APERTE LE PREVENDITE per Milano
http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg%5Bevento%5D&id_evento=1036105

PUNTI VENDITA: http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg%5Bevento%5D&id_evento=1036105

Call center Vivaticket tel. 899.666.805
Call Center tel. 89.24.24
BIGLIETTERIA TEATRO: tel. 02 00 66 06 06

VALERIO SCANU – AMBASCIATORE DEL PREMIO EUROPEO


E no… non ci sto! Ma dove sono finiti i blogger tanto veloci a riportare la notizia del presunto coming out di Valerio Scanu , con ripetitività martellante e in modo coordinato, lanciata artificiosamente dalla Lucarelli, ora che al cantante sardo è stato conferito il titolo di Ambasciatore del Premio Europeo, ricevuto in Campidoglio in una giornata dedicata ai numeri “Uno”? Un premio serio, non assegnato a caso ma per il quale si viene scelti, un premio assegnato a personalità che si sono distinte nel loro settore di appartenenza, nel campo della cultura, dell’arte, dello spettacolo della musica, del giornalismo. Tra i premiati anche Roberto Vecchioni che, intervistato, dichiara di tenerci parecchio a questo premio e di sentirsi onorato e che, nonostante ne abbia vinti tanti altri, questo fa parte sicuramente di quella decina che non si scordano. Bella soddisfazione per Valerio Scanu che quatto quatto, zitto zitto fa incetta di premi e riconoscimenti importanti, e si organizza i concerti in teatri prestigiosi, lontano dalle gonnelle di “mamma” Maria.
Nella vita mai arrendersi perché le sconfitte ti fanno crescere e ti arricchiscono (Valerio Scanu)


Informazioni sui prossimi appuntamenti di Valerio Scanu

GENNAIO
Domenica 06
*Ore 09.00 – Ospite a “LA BEFANA GAETANA 2013″ @ Teatro Ariston – GAETA (RM)

INGRESSO Euro 5 – Biglietti acquistabili presso “Antico forno Giordano”, via Indipendenza a Gaeta, oppure chiamando il numero 3280668055

APRILE
Domenica 7
*Ore 16.30 – Live Acustico @PALAEXPO Fevi – LOCARNO (CH) in occasione del “Fevi Music Nights 2013″
BIGLIETTI: 38 CFH + 4 CFH per SPESE DI SPEDIZIONE (€ 32 + € 3,50)
Aperte le prevendite:
Link: http://www.tio.ch/a_biglietteria/interna_evento.asp?idmanifestazione=1842

Voci precedenti più vecchie